Il corso si presenta in due parti

la divinazione con un gioco di picchetto di di 32 carte (magari più in là ne farò un altro con il gioco di 52 carte)

e la divinazione con i solitari.

Il giocatore utilizzerà il gioco divinatorio a traverso le possibilità di combinazione delle  32 carte  per realizzare una visuale completa del passato, presente o avvenire della persona interessata.

Intendo “combinazione di carte” quelle che nel gioco del consultante si trovano piazzate l’una acanto all’altra. Per esempio, l’asso di piche con alla sua destra l’asso di quadri e alla sinistra il 9 di cuore, diventa una combinazione che ha un suo particolare significato.

“L’incontro di carte” invece tiene conto solo della valore delle stesse, che siano piazzate vicine o no, ma basta che siano presenti nel gioco del consultante (la stesura) Per esempio tre donne nella stesura prevedono un incontro con un significato particolare.

Tratteremo in questo ordine :

– i diversi metodi utilizzati per tirare le carte, cioè come estrarre dal gioco le carte che serviranno alla lettura delle rivelazioni.

-Il significato delle carte sempre nello stesso ordine, per i colori : cuore, quadri, piche e fiori. Per i valori dall’asso al sette (gioco di 32 carte)

-il significato degli incontro delle carte di stesso valore sempre nell’ordine calante delle stesse.

Nel passato si tirava con un gioco a “di picchetto ad una testa” .. infatti è importante sapere se la carta è uscita dritta o rovescia, visto che il senso della carta cambia suo significato.

Questi giochi sono spariti dal commercio perciò lo dobbiamo fare noi.

Come fare il proprio gioco divinatorio di picchetto a 32 carte.

Prendete un mazzo di carte da poker, ne togliete tutte le carte da 2 a sei .. e i jolly naturalmente.

Otterrete 32 carte rimanenti .. sono l’asso , il re, la donna, il jack, il 10, il 9, l’8, e il 7 di ogni colore.

A tutte le carte uguali nei due sensi (tutte le figure e i due i 4 .. ecc) fate una piccola freccia in alto a destra che dimostra il senso della carta. (se vedete la freccia la carta è dritta, se invece è sotto a sinistra vuol dire che è rovescia)

Inoltre è consigliato di aggiungere al gioco una carta bianca (si può anche scegliere uno dei Jolly per esempio) che rappresenterà il consultante o la persona di chi si vuole leggere il pensiero.

In effetti la vicinanza di certe carte con quella del consultante (che indicherò con la lettera C) può prevedere un fatto che lo riguarda direttamente.