Le carte sono mischiate e alzate ma non vanno riunite.

Si fa scegliere al consultante il mazzo che preferisce dei due mazzetti, si toglie la carta che si trova sopra per metterla da parte. Il resto del mazzo scelto va steso a ventaglio sempre da sinistra a destra.

Si procede all’interpretazione come per il primo metodo.

La carta precedentemente tolta viene posata a la destra del ventaglio et determina l’elemento di sorpresa della divinazione.

Fatta la prima interpretazione si riuniscono le carte, vanno mischiate e alzate e si distribuiscono in 3 mazzetti.

Il primo mazzetto rappresenta il consultante, il secondo rappresenta le persona che lo circondano, il terzo è l’imprevisto.

Ogni mazzetto va letto separatamente tenendo conto delle vicinanze e degli incontri di carte.